FRODE HALTLI AVANT FOLK

FRODE HALTLI AVANT FOLK (Norway)

Frode Haltli: accordion
Erlend Apneseth: Hardanger fiddles
Hans P. Kjorstad: violin
Rolf-Erik Nystrøm: saxophones
Hildegunn Øiseth: trumpet, goat horn, vocals
Ståle Storløkken: harmonium, synthesizers
Juhani Silvola: guitars and electronics
Oddrun Lilja Jonsdottir: guitar and vocals

Avant Folk è un gruppo di musicisti norvegesi di tutte le età e generazioni, ma anche una geniale idea di Frode Haltli che esplora vari generi: jazz, folk e musica classica contemporanea.
Haltli ha iniziato a suonare la fisarmonica da bambino partendo dalla musica folk, ma ben presto si è mosso in direzioni diverse, sviluppando rapidamente eccezionali doti strumentali e una profonda conoscenza delle nuove musiche.

Con una solida preparazione accademica alle spalle e numerosi riconoscimenti nel proprio palmares, Haltli impressiona l’ascoltatore con una serie di deliziose magie.

FRODE HALTLI AVANT FOLK

Data: venerdì, 25 Ottobre 2019

Ora Inizio 11:00

Ingresso intero

20

Piazza Abbazia, 5 - Manzano - Udine (UD)
Tel: 0432 759091
Sito web ufficiale

FRODE HALTLI AVANT FOLK (Norway)

Frode Haltli: accordion
Erlend Apneseth: Hardanger fiddles
Hans P. Kjorstad: violin
Rolf-Erik Nystrøm: saxophones
Hildegunn Øiseth: trumpet, goat horn, vocals
Ståle Storløkken: harmonium, synthesizers
Juhani Silvola: guitars and electronics
Oddrun Lilja Jonsdottir: guitar and vocals

Avant Folk è un gruppo di musicisti norvegesi di tutte le età e generazioni, ma anche una geniale idea di Frode Haltli che esplora vari generi: jazz, folk e musica classica contemporanea.
Haltli ha iniziato a suonare la fisarmonica da bambino partendo dalla musica folk, ma ben presto si è mosso in direzioni diverse, sviluppando rapidamente eccezionali doti strumentali e una profonda conoscenza delle nuove musiche.

Con una solida preparazione accademica alle spalle e numerosi riconoscimenti nel proprio palmares, Haltli impressiona l’ascoltatore con una serie di deliziose magie.

Biglietti Disponibile da Prezzo
Biglietto Unico o Abbonamento 01 Settembre 2019 €20
    
+39 347 4421717
ticket@controtempo.org

L’abbazia di Rosazzo si erge sui colli orientali del Friuli, a nord-est di Manzano, a cavallo di strade che un tempo godevano di una notevole importanza strategica, a una ventina di chilometri da Udine e a una decina dal confine con la Slovenia.

La vista che si gode dalla badia nelle giornate di bel tempo è incomparabile. Dal belvedere si ammira tutto il paesaggio circostante che spazia a est dalla Slovenia (con i monti che furono teatro della Prima Guerra Mondiale) fino al golfo di Trieste, a sud-est dal campanile di Aquileia fino al mare Adriatico, a sud da Manzano (con il suo Distretto della Sedia) ai vari paesi che costellano la bassa pianura friulana.

Ciò che si stende sotto lo sguardo del visitatore è un insieme di lussureggianti colline, vigneti, uliveti, pianure con piccoli agglomerati urbani e da ultimo, il mare.

La millenaria Abbazia, le cui origini non sono ancora del tutto chiare, ha rappresentato in passato e rappresenta ancora oggi, soprattutto grazie alla sua posizione geografica, il punto di connessione fra Occidente e Oriente, ove culture diverse possono incontrarsi e dialogare.


L'Abbazia offre attività di rilevante interesse culturale tra le quali 'I Colloqui dell'Abbazia', i concerti di Pasqua e Natale'Rosazzo da Rosa' e la celebrazione solenne della festa di San Pietro, titolare della Chiesa.

Ma anche nel suo ritmo ordinario, l'Abbazia rimane sempre un invito alla visita e alla riflessione.
Ogni domenica , alle ore 18.00 si celebra la Messa sempre accompagnata dal coro. Un'ora prima, il sacerdote è disponibile per le Confessioni o per un dialogo con chi lo desiderasse.