FRANCESCO DIODATI YELLOW SQUEEDS

FRANCESCO DIODATI YELLOW SQUEEDS (Italy)

Francesco Diodati: guitars
Francesco Lento: trumpet
Enrico Zanisi: Fender Rhodes, synths
Glauco Benedetti: tuba, valve trombone
Enrico Morello: drums, gongs

Francesco Diodati, chitarrista estremamente originale messosi in luce nelle formazioni di Enrico Rava, si dimostra ora maturo band leader.
Yellow Squeeds è una formazione che è l’unione di tante anime e stili diversi e che fornisce alle composizioni di Diodati una gamma di timbri e colori dalle innumerevoli possibilità espressive.
Ritmi serrati, aperture improvvise e commistione di suoni elettronici e acustici creano un magma sonoro ipnotico e sempre cangiante, come un gigantesco caleidoscopio.

FRANCESCO DIODATI YELLOW SQUEEDS

Data: domenica, 27 Ottobre 2019

Ora Inizio 13:00

Ingresso intero

15

Via dei Codelli, 15 - Mossa (GO)
Tel: +39 (0) 481 809285
Sito web ufficiale

FRANCESCO DIODATI YELLOW SQUEEDS (Italy)

Francesco Diodati: guitars
Francesco Lento: trumpet
Enrico Zanisi: Fender Rhodes, synths
Glauco Benedetti: tuba, valve trombone
Enrico Morello: drums, gongs

Francesco Diodati, chitarrista estremamente originale messosi in luce nelle formazioni di Enrico Rava, si dimostra ora maturo band leader.
Yellow Squeeds è una formazione che è l’unione di tante anime e stili diversi e che fornisce alle composizioni di Diodati una gamma di timbri e colori dalle innumerevoli possibilità espressive.
Ritmi serrati, aperture improvvise e commistione di suoni elettronici e acustici creano un magma sonoro ipnotico e sempre cangiante, come un gigantesco caleidoscopio.

Biglietti Disponibile da Prezzo
Biglietto Unico o Abbonamento 01 Settembre 2019 €15
    
+39 347 4421717
ticket@controtempo.org

Ubicata a Mossa nell' area collinare del Collio al confine con la zona Isonzo, l' Azienda , di proprietà da oltre 250 anni deibaroni Codelli, ha una superficie complessiva di 50 ettari, gran parte dei quali sulle colline della Vallisella che fiancheggiano la strada ferrata e la statale Udine – Gorizia.

È una zona da sempre a spiccata vocazione vinicola che per l’esposizione e per la natura marnoso-arenacea dei suoi terreni di origine eocenica conferisce ai vini particolari profumi ed aromi.

L’ Azienda, condotta dalla baronessa Luisa con il marito ing. Carlantonio Turco e la figlia Carlotta, oltre la viticoltura e la vinificazione nell’armonia tra

tecnologia e tradizione, offre ospitalità agrituristica e trattoria con offerta di piatti tipici locali, specialità del territorio e degustazione vini.

Il centro aziendale, incorniciato nel verde delle colline e degli alberi del parco, con la villa padronale, la cappella dedicata all’ Assunta e il “folatoio”, complesso di edifici della prima metà del 600, testimonianza dell’ antica origine dell’ azienda eframmenti di storia e di cultura di questo territorio, è sede da diversi anni di apprezzate manifestazioni culturali .