In pillole

Nato nel febbraio 1953 a Postojna, in Slovenia. Nei primi anni ’70 si è trasferito in Italia, dove ha girato e registrato con il gruppo Hero. Nel 1975 ha collaborato con la cooperativa musicale svizzera, […]

Links:

Zlatko Kaučič

Nato nel febbraio 1953 a Postojna, in Slovenia. Nei primi anni ’70 si è trasferito in Italia, dove ha girato e registrato con il gruppo Hero. Nel 1975 ha collaborato con la cooperativa musicale svizzera, suonando con Irene Schweitzer, Radu Malfatti, Duško Goykovich e Allen Blairman, tra gli altri. Nel 1976 si trasferisce a Barcellona e inizia a suonare nei club e nei festival di tutto il paese con artisti come Peter Delphinich, Eric Peter, Tete Montoliu, Claude Guillot, Paul Stocker, Mike Osborne, Burton Greene, John Lewis, Steve Lacy e Kenny Wheeler , oltre a fare concerti da solista.

Nel 1979 ha girato il Portogallo con Paul Stocker e poi è entrato a far parte del trio con il bassista portoghese Ze Eduardo e il pianista Antonio Pinho, che ha suonato molto in Portogallo e Macau (Cina), e in seguito ha sostenuto Don Rendall, Michael Garrik e il tenore portoghese Rao Kyao .
Dal 1981-83 Zlatko ha insegnato batteria alla scuola di jazz “Taller de musicos” di Barcellona e ha partecipato a seminari di jazz con Chuck Israels, Ron Mclure e David Schnitter.

Dal 1984 ha vissuto ad Amsterdam (Olanda). Zlatko ha suonato due volte al “North sea jazz festival” e ha suonato con il suo trio che fa regolarmente tournée in Spagna. Suona anche con un ottetto e compone musica per gruppi di teatro e danza. La specialità di Zlatko è una performance unica di percussioni soliste che esprime il suo stile personale.

È stato due volte negli Stati Uniti: 1987 – Itacaca (New York): workshop per teatro + musica e 1989 -e al festival mondiale di Atlanta (G.A.) con il suo quintetto jazz europeo.

Zlatko ha suonato in Olanda con musicisti come Misha Mandelberg, Toon Rose, Paul Stocker, Sean Bergin, Arnold Dojewerd, Wiebe Wilbers (Skidoo), Frank Graso Big band, Peter Guidi, Paul Bley, Esiet “Okun” Esiet, Michael Di più, John Patituci, Paolo Fresu, Phone Booth (compagnia teatrale), con Lisa Pooh (Dance Theatre), ecc.

Nel 1992 torna in Slovenia dove inizia a suonare diversi progetti musicali come Paul Bley (Lent festival, Maribor), Steve Lacy, Thelonius Monk Project (Kontrada fest, Kanal ob Soči) con Enrico Rava, Gianluigi Trovesi, Chico Freeman, George Cables, Albert Mangelsdorff, Keeny Wheeler, Alexander Balanescu, Dave Biney, Paul McCandless, Irene Aebi, Trevor Wats, Javier Girotto, Frank Gratkowski, Szilárd Mezei, Marc Ribot, Greg Cohen, Saadet Türköz, Peter Brötzmann, Jean-Luc Cappozzo, Luis Sclavis, Evan Parker, Herb Robertson, Javier Girotto, Agusti Fernandez, Oliver Lake, Phil Minton, AB Baars, Johanes Bauer, Joëlle Léandre, Barry Guy, Maya Homburger, Lotte Anker ecc. Compone anche musica per due documentari (Kino atelje Gorica) e si esibisce in performance soliste , di poesia e danza.

Nel 2008 ha ricevuto il premio del comune Brda come creativo multi-percussionista, riconosciuto e rispettato a livello mondiale.

Nel 2011 ha ottenuto PREŠERN FUND AWARD (Il più alto riconoscimento per i risultati culturali in Slovenia).

Nel 2017 ha ottenuto il premio BEVKOV per il contributo in musica e istruzione superiore