In pillole

Con il pianista / compositore Tigran Hamasyan, la potente improvvisazione jazz si fonde con la ricca musica folkloristica della natia Armenia. Ad appena 30 anni  (compiuti nel 2017) è uno dei pianisti jazz-rock più straordinari […]

Links:

Tigran Hamasyan

Con il pianista / compositore Tigran Hamasyan, la potente improvvisazione jazz si fonde con la ricca musica folkloristica della natia Armenia. Ad appena 30 anni  (compiuti nel 2017) è uno dei pianisti jazz-rock più straordinari e distintivi della sua generazione.


Un virtuoso del pianoforte con il potere del groove; l’ultimo avventuroso progetto di Tigran è An Ancient Observer del 2017, il suo secondo album da solista, il suo ottavo assoluto come unico leader, e il suo secondo album per Nonesuch. (Complessivamente, questa è la sua ottava registrazione come unico leader.) Concettualmente, An Ancient Observer è un album toccante incentrato sull’arte dell’osservazione.

La carriera di Tigran ha incluso un numero impressionante di riconoscimenti, tra cui il premio al miglior piano al Montreux Jazz Festival 2013 e il gran premio al prestigioso Thelonious Monk Jazz Piano Competition del 2006.
Uno dei suoi primi album, la New Era del 2008, è stato definito  “con più stagionalità e una maturità  non guidata semplicemente dal mettersi in mostra, Hamasyan di certo elevarà la sua arte al livello più alto di jazz e di espressionismo mondiale della musica ” Diversi anni dopo ha sicuramente reso tale affermazione profetica, come è stato applaudito da NPR Music: “Con sorprendenti combinazioni di elementi jazz, minimalista, elettronico, folk e songwriterly … Hamasyan e i suoi collaboratori percorrono estensioni musicali segnate da groove pesanti, voci eteree , suoni di  pianoforte incontaminato e melodie antiche. Impossibile sentire nulla di simile nel 2015. ”


Ha registrato con varie etichette – Red Loins di France, Nonesuch ed ECM – con il suo trio elettro-acustico e lo Yerevan State Chamber Choir per il suo progetto Luys i Luso del 2015 focalizzato sulla musica sacra armena che si estende stilisticamente dal V secolo al XX secolo.


Nel 2015 Tigran ha ottenuto il prestigioso Paul Acket Award al North Sea Jazz Festival e l’anno successivo ha vinto l’Echo Award ( il Grammy tedesco) come migliore album pianistico internazionale dell’anno per la sua superba registrazione Mockroot.


La straordinarietà di Tigran risiede anche nel vasto pubblico che riesce a coinvolgere e che spazia dagli avventurosi fan del jazz agli ascoltatori progressisti di metal hardcore.


Della sua nuova registrazione, Tigran dice: “Un antico osservatore presenta l’osservazione del mondo in cui viviamo ora e il peso della nostra storia che portiamo sulle nostre spalle che sta influenzando noi anche se non ce ne rendiamo conto. Questo album è l’osservazione delle influenze e delle esperienze che ho avuto. “