In pillole

Gli anni ‘70 a fianco del gigante del soul James Brown lo hanno consacrato come il trombone più funky della storia della musica. C’è il blues alla base della musica di Wesley, nato in Georgia […]

Links:

FRED WESLEY

Gli anni ‘70 a fianco del gigante del soul James Brown lo hanno consacrato come il trombone più funky della storia della musica.
C’è il blues alla base della musica di Wesley, nato in Georgia e cresciuto in Alabama, dunque figlio del profondo sud, assieme alla abilità innata di creare un groove trascinante ed energetico che ha pochi eguali.
Oltre che ottimo strumentista, Wesley è anche compositore, arrangiatore e cantante, per un talento che negli anni non ha perso lo smalto nel proporre la grande black music, sia con i big della stessa che da protagonista. 
Wesley ha cominciato la sua carriera da giovanissimo, suonando con Ike & Tina Turner; per passare, oltre l’esperienza epocale con Brown, a collaborazioni assai illustri con George Clinton e le sue due celebri band, Parliament e Funkadelic, con Ray Charles, Lionel Hampton, Count Basie, Randy Crawford, Vanessa Williams, The SOS Band, Cameo, Van Morrison, Socalled, De La Soul e molti altri artisti e gruppi di segno stilistico assai diverso.
Con la carica inesauribile di chi vive per la musica, Wesley continua a comporre e a incidere ancora oggi, insieme alla sua band jazz-funk, The New JBs.