RENAUD GARCIA-FONS “solo”

[gallery columns="4" ids="14295,14280,14284,14289,14266,14267,14260,14276,14261,14262,14263,14264,14265,14268,14269,14270,14271,14272,14282,14273,14274,14275,14277,14278,14279,14288"]

RENAUD GARCIA-FONS (France)

 “Solo” presenta la summa di quanto raggiunto oggi da Renaud Garcia-Fons in una performance di contrabbasso (al quale ha aggiunto una quinta corda che ha conferito allo strumento una cantabilità vicina a quella del violoncello) altamente ispirata. Lo straordinario musicista parigino rende esplicita la sua visione del contrabbasso come strumento onnicomprensivo e poliedrico, dalle mille possibilità espressive. Ispirato dalla magica atmosfera dell’Abbazia di Rosazzo, García-Fons condurrà l’ascoltatore in un viaggio immaginario attraverso il tempo e lo spazio, che toccherà l’Oriente, l’Africa, il Sud America, ma allo stesso tempo il Medio Evo e il periodo barocco. García-Fons fa ricorso all’uso di parti registrate in loop elettronici prodotte da lui stesso, sulle quali dipana la tessitura di splendide melodie e contrappunti ai temi di base in un fluire sonoro denso di suoni e suggestioni profonde.

Renaud Garcia-Fons: five-string acoustic bass

RENAUD GARCIA-FONS “solo”

Data: venerdì, 26 Ott 2018

Ora Inizio 09:00

Piazza Abbazia, 5 - Manzano - Udine (UD)
Tel: 0432 759091
Sito web ufficiale

RENAUD GARCIA-FONS (France)

 “Solo” presenta la summa di quanto raggiunto oggi da Renaud Garcia-Fons in una performance di contrabbasso (al quale ha aggiunto una quinta corda che ha conferito allo strumento una cantabilità vicina a quella del violoncello) altamente ispirata. Lo straordinario musicista parigino rende esplicita la sua visione del contrabbasso come strumento onnicomprensivo e poliedrico, dalle mille possibilità espressive. Ispirato dalla magica atmosfera dell’Abbazia di Rosazzo, García-Fons condurrà l’ascoltatore in un viaggio immaginario attraverso il tempo e lo spazio, che toccherà l’Oriente, l’Africa, il Sud America, ma allo stesso tempo il Medio Evo e il periodo barocco. García-Fons fa ricorso all’uso di parti registrate in loop elettronici prodotte da lui stesso, sulle quali dipana la tessitura di splendide melodie e contrappunti ai temi di base in un fluire sonoro denso di suoni e suggestioni profonde.

Renaud Garcia-Fons: five-string acoustic bass

L’abbazia di Rosazzo si erge sui colli orientali del Friuli, a nord-est di Manzano, a cavallo di strade che un tempo godevano di una notevole importanza strategica, a una ventina di chilometri da Udine e a una decina dal confine con la Slovenia.

La vista che si gode dalla badia nelle giornate di bel tempo è incomparabile. Dal belvedere si ammira tutto il paesaggio circostante che spazia a est dalla Slovenia (con i monti che furono teatro della Prima Guerra Mondiale) fino al golfo di Trieste, a sud-est dal campanile di Aquileia fino al mare Adriatico, a sud da Manzano (con il suo Distretto della Sedia) ai vari paesi che costellano la bassa pianura friulana.

Ciò che si stende sotto lo sguardo del visitatore è un insieme di lussureggianti colline, vigneti, uliveti, pianure con piccoli agglomerati urbani e da ultimo, il mare.

La millenaria Abbazia, le cui origini non sono ancora del tutto chiare, ha rappresentato in passato e rappresenta ancora oggi, soprattutto grazie alla sua posizione geografica, il punto di connessione fra Occidente e Oriente, ove culture diverse possono incontrarsi e dialogare.


L'Abbazia offre attività di rilevante interesse culturale tra le quali 'I Colloqui dell'Abbazia', i concerti di Pasqua e Natale'Rosazzo da Rosa' e la celebrazione solenne della festa di San Pietro, titolare della Chiesa.

Ma anche nel suo ritmo ordinario, l'Abbazia rimane sempre un invito alla visita e alla riflessione.
Ogni domenica , alle ore 18.00 si celebra la Messa sempre accompagnata dal coro. Un'ora prima, il sacerdote è disponibile per le Confessioni o per un dialogo con chi lo desiderasse.