In pillole

Mark Feldman (nato nel 1955 a Chicago) è un violinista jazz americano. Feldman ha lavorato a Chicago dal 1973 al 1980, a Nashville, Tennessee negli anni 1980-1986, a New York e in Europa occidentale dal […]

Links:

Mark Feldman

Mark Feldman (nato nel 1955 a Chicago) è un violinista jazz americano.

Feldman ha lavorato a Chicago dal 1973 al 1980, a Nashville, Tennessee negli anni 1980-1986, a New York e in Europa occidentale dal 1986. Si è esibito con John Zorn, John Abercrombie, The Masada String Trio, Dave Douglas, Uri Caine e Billy Hart.

È stato membro della Civic Orchestra di Chicago e ha suonato in molti bar band a Chicago. Ha suonato in oltre 200 registrazioni a Nashville come musicista da studio, è stato membro della Nashville Symphony ed è stato un membro dei gruppi itineranti di artisti country western Loretta Lynn e Ray Price.

Nel 2003 è stato solista con la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra nel Concerto per violino di Guus Janssen e con la WDR Jazz Orchestra in Concerto per violino e orchestra jazz di Bill Dobbins. Al Lincoln Center di New York si è esibito in duo con i pianisti Paul Bley e Muhal Richard Abrams.

Ha registrato con Michael Brecker, Lee Konitz, Joe Lovano e Chris Potter e ha suonato in oltre 100 registrazioni a New York come solista nella musica contemporanea e nel jazz moderno.

Feldman ha pubblicato diversi album, tra cui Music for Violin Alone (Tzadik, 1995); Book of Tells (Enja, 2000); What Exit (ECM, 2006 con il pianista britannico John Taylor, To Fly to Steal (Intakt, 2010) con il bassista Thomas Morgan e il batterista Gerry Hemingway e Oblivia (Tzadik, 2010) con sua moglie, la pianista svizzera Sylvie Courvoisier. lui e il violinista Jean-Luc Ponty hanno prodotto l’album di debutto di Scott Tixier e Feldman ha scritto le note di copertina.