In pillole

Marco Bardoscia è nato il 18 Dicembre 1982. All’età di dieci anni intraprende lo studio della chitarra ma dopo pochi mesi scopre il basso elettrico e si dedica allo studio di quest’ultimo prima prendendo lezioni […]

Links:

Marco Bardoscia

Marco Bardoscia è nato il 18 Dicembre 1982.
All’età di dieci anni intraprende lo studio della chitarra ma dopo pochi mesi scopre il basso
elettrico e si dedica allo studio di quest’ultimo prima prendendo lezioni da un musicista del
proprio paese e poi autonomamente, successivamente studierà per un periodo con
Massimo Moriconi.
A quindici anni si iscrive alla classe di Contrabbasso del conservatorio Tito Schipa di Lecce
dove conseguirà il diploma nel 2005 sotto la guida del M° Leonardo Presicci.
Durante gli anni del conservatorio va maturando una forte passione per la musica
Afroamericana, comincia a trascrivere i grandi maestri del jazz e studia gli standards, pane
quotidiano di ogni jazzista, colleziona tra l’altro esperienze musicali di vario tipo spaziando
dal Rock al Pop alla World Music sino alla musica classica e al Jazz suonando in molti
festival in Italia, Belgio, Germania, Kosovo, Marocco, Olanda, Grecia, Turchia, Irlanda e
Francia .
Nel 2002 frequenta le clinics di Umbria Jazz e vince il premio al talento emesso dal
BERKLEE COLLEGE OF MUSIC di Boston (USA) e viene inoltre invitato come artista
nell’ambito della rassegna Umbria Jazz Winter dello stesso anno.
Nel 2005 è finalista con il Nicola Andrioli quartet nel concorso internazionale Ethno- Jazz
svoltosi a Milano vincendo il secondo premio e la pubblicazione dei due brani eseguiti nella
finale.
Nel 2006 vince il premio Jimmy Woode come miglior contrabbassista (premiato da una
giuria composta tra gli altri da Buster Williams e Giorgio Rosciglione) nel concorso
Ronciglione jazz festival nel quale si classifica terzo con il Francesco Saguto Quintet.
Nel 2007 pubblica il suo primo disco da leader dal titolo “Opening” con ospite Gianluca
Petrella, e ad Aprile 2011 il secondo: “The Dreamer”, prodotto dalla My favorite Records.
Vanta collaborazioni di rilievo nel panorama jazzistico europeo, Paolo Fresu, Gianluca
Petrella, Ernst Reijseger, Perico Sambeat, Raffaele Casarano, Luca Aquino, Banda
municipal de Santiago de Cuba sono alcuni dei nomi con cui ha collaborato.