In pillole

Giorgio Li Calzi, compositore, trombettista e produttore musicale. Suona e registra piano e sintetizzatore fin da bambino, dalla fine degli anni ’80 produce musica per jingles, teatro e balletto, e nel 1990 inizia a suonare […]

Links:

Giorgio Li Calzi

Giorgio Li Calzi, compositore, trombettista e produttore musicale. Suona e registra piano e sintetizzatore fin da bambino, dalla fine degli anni ’80 produce musica per jingles, teatro e balletto, e nel 1990 inizia a suonare la tromba. Sin dai primi dischi come trombettista (dal 1994), grazie al background musicale precedente, lavora sull’estetica del jazz, trasformando canzoni, sigle televisive e musiche da film in jazz e in un territorio musicale legato all’improvvisazione. Ad esempio fa diventare jazz standard nel 1996 “Le avventure di Pinocchio” di Fiorenzo Carpi (dal CD “La nuit américaine”, con Franco D’Andrea, Nicola Muresu, Alessandro Minetto), aprendo la strada a molti altri jazzisti italiani.
Dal 1994 realizza nove cd a suo nome ed un dvd. Suona e registra con musicisti internazionali come la rockstar brasiliana Lenine, lo storico membro dei Kraftwerk Wolfgang Flür, maestri della nuova scena elettronica come Douglas Benford (UK), Retina.it (I), Marconi Union (UK), (ospiti nell’album del 2011 Organum), cantanti come Thomas Leer, Mamady Koyatè, Elena Roggero e Tiziana Ghiglioni, il fuoriclasse del canto armonico hoomi, Hosoo (Repubblica Mongola), e ancora grandi musicisti dall’Egitto, Libano, Costa d’Avorio, Senegal, Brasile: ospiti che inserisce nei suoi gruppi e nei suoi album, e con cui crea uno scambio di culture musicali.
Nel 2003 Wolfgang Flür, dopo aver ascoltato i provini dell’album Tech-Set (2004), campiona e usa la traccia “Sweet home with Elena dancing” nel suo pezzo “I was a robot”, titolo anche della sua autobiografia con i Kraftwerk. Nel 1999 vince a Livorno insieme a Johnson Righeira il Premio Ciampi (e ancora nel 2005 con la cantante Lalli).
Dal 2006 intensifica l’attività musicale dal vivo legata al teatro, sonorizzando con tromba e computer, reading e lavori di Andrea Bajani, Giuseppe Culicchia, Fabio Geda, Massimo Carlotto, Tiziano Scarpa, Elena Canone, Oliviero Corbetta, Mario Brusa, Michele Di Mauro, Massimo Giovara, Alessandro Haber, Banda Osiris.
Nel 2013 porta in scena  ITALIANI,  insieme a Gian Luigi Carlone e Johnson Righeira (prod. Fondazione TPE; Torino) .
Il suo ultimo progetto si chiama Solaris, insieme al violoncellista Manuel Zigante, già membro del Quartetto d’Archi di Torino. Da sempre legato alla musica elettronica e di carattere innovativo, sperimenta nuove forme di suono elettroacustico legate alla tromba insieme al collettivo Audio Hack Lab, suonando con musicisti e hacker di Torino come Kinetik Laboratories, Eniac, Pugile, Motor. Con l’associazione “Insieme a Chamois” dirige il festival CHAMOISic, a Chamois, nella valle del Cervino, unico comune italiano raggiungibile tramite funivia in cui le auto non possono circolare.