In pillole

FEDERICO SCETTRI Nasce a Roma il 24 giugno 1985. Inizia fin da piccolo ad appassionarsi alla musica grazie a suo padre, docente di organo e pianoforte e collezionista di vinili di musica classica e d’avanguardia. Si […]

Links:

Federicon Scettri

FEDERICO SCETTRI Nasce a Roma il 24 giugno 1985. Inizia fin da piccolo ad appassionarsi alla musica grazie a suo padre, docente di organo e pianoforte e collezionista di vinili di musica classica e d’avanguardia. Si avvicina al jazz e alla musica di ricerca nel 2004 partecipando a Siena Jazz ai corsi di Franco D’Andrea, Paolino Dalla Porta e Giancarlo Gazzani, e frequentando poi per tre anni i corsi invernali di Stefano Battaglia. Tra il 2005 e il 2008 viaggia tra Bologna, Berlino, Londra e New York, collaborando con svariati musicisti, fra cui: Bobby Previte, Paolo Fresu, Jamaladeen Tacuma, William Parker, Francesco Bearzatti, Domenico Caliri, Fabrizio Puglisi, Cristina Zavalloni. Si è esibito in Italia, Austria, Francia, Svizzera, Germania, Spagna, Portogallo, Belgio, Olanda, Croazia, Serbia, Slovenia, Macedonia. Tra le formazioni più importanti in cui ha suonato ci sono Orange Room di Beppe Scardino, East Rodeo (con Alfonso Santimone, Alen Sinkauz e Nenad Sinkauz) e Jump the Shark di Piero Bittolo Bon. Dal 2007 suona nella Cosmic Band di Gianluca Petrella, gruppo col quale dal vivo utilizza anche il laptop, virtual synth ed effetti. Oltre ad una performance acustica-elettronica completamente in solo in cui si è esibito a Roma e a Foligno, la band Kolmitt è un altro dei suoi esperimenti più puramente elettronici che attualmente lo impegna. Altri progetti di cui fa parte sono Camera Lirica di Domenico Caliri, e Luminal di Dimitri Sillato, con cui ha registrato due dischi lo scorso anno.