In pillole

Classe 1989, inizia lo studio della batteria all’età di 6 sotto la guida di Giò Rossi, in seguito studia percussioni classiche al conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con Andrea Dulbecco. Nel 2011 si diploma con […]

Links:

Alessandro Rossi

Classe 1989, inizia lo studio della batteria all’età di 6 sotto la guida di Giò Rossi, in seguito studia percussioni classiche al conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano con Andrea Dulbecco. Nel 2011 si diploma con il massimo dei voti presso l’Accademia del Suono di Milano, nel corso “Jazz Masters”. Studia privatamente batteria con Stefano Bagnoli e Enzo Zirilli e nel 2012 passa un breve periodo a New York dove ha modo di studiare con Clarence Penn, Nasheet Waits e Jeff Ballard.

Nel 2008 partecipa come finalista al concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” nella sezione “Nuovi Talenti del Jazz Italiano”.
Nel 2010 ha collaborato con la cantante Malika Ayane, in occasione della presentazione dell’omonimo cd della nota cantante pop italiana, insieme a Paolo Costo e Giorgio Cocilovo.

Nel 2007 entra a far parte del gruppo “Chicago Stompers”, la più giovane orchestra di hot jazz in Italia. La collaborazione, che prosegue tutt’oggi, lo ha portato a esibirsi in tutta Europa: “Ascona Jazz Fest New Orleans & Classic” (CH), “Breda International Jazz Fest”. Nel 2009 ha inciso il cd “Burning The Iceberg”, presentato ufficialmente al Festival Internazione di Hot Jazz di “Whitley Bay”, in Inghilterra. Nel 2010 i Chicago Stomers vincono il “prix de public”, nominati miglior gruppo del prestigioso festival internazionale di Ascona. Nel 2011 si è esibito con il cantante di New Orleans Steven Mitchell, durante la serata finale dello “Swing Crash Festival 2011“.

Collabora con il Vibrafonista Gabriele Boggio Ferraris dal 2011, con il quale ha partecipato al Jazz it Fest 2013. Fa parte del progetto di Giovanni Falzone “Acoustic 4et”, insieme a Gianluca Di Ienno e Giacomo Tagliavia. Collabora con il pianista Gianluca Di Ienno, nei progetti “Keys” e “dBus Project”. Altrettanto attiva è la collaborazione con la cantante Camilla Battaglia nel progetto “Tomorrow 5et”, con la quale si è esibito a Umbria Jazz, Iseo Jazz insieme a Carlo Morena; si è esibito inoltre con Andreu Panagiotis, ospite del progetto.

Nel 2012 fonda, insieme a Riccardo Lovatto, Jacopo Mazza e Giacomo Tagliavia, “Wolf Gang 4et” con il quale ha fatto un tour in Giappone.

Ha collaborato con Roberto Cecchetto, esibendosi in duo all’interno della rassegna “New Bottle Old Wine” presso lo “Spazio Tadini” di Milano.


Molto attivo come sideman vanta inoltre collaborazioni del calibro di Tino Tracanna, Max De AloeCarlo Morena, Alfredo Ferrario, Marco Ricci, Andrea Di Biase, Dario Trapani, Nicolò Cattaneo,  Simona Parrinello, Mauro Porro, Simona Severini, Carlo Gravina, Daniele Gregolin, Michele Tacchi,  Leonardo Corradi.

Dal 2014 Fa parte del progetto di Riccardo Fioravanti “Duke’s Flowers” inieme a Roberto Cecchetto e Daniele Raimondi, con il quale si è esibito a “Trieste love Jazz 2014“. La collaborazione ha prodotto l’omonimo disco Duke’s FLowers”, edito Abeat e allegato al numero di Novembre 2014 della prestigiosa rivista Musica Jazz.

Classificandosi primo nella Graduatoria nazionale, fa parte dal Maggio 2014 fa parte dell’ Orchestra Nazionale Giovanile “Giovani Talenti” del Jazz Italiano, con sede a Firenze, diretta dal M.° Paolo Damiani.

Nel luglio 2014 partecipa ai seminari estivi di Siena Jazz, studiando ed esibendosi con Mark Turner,  Nir Felder, Achille Succi e Franco D’Andrea. Vince la borsa di studio I.A.S.J. 2014 e viene chiamato a rappresentare Siena Jazz e l’italia ai Seminari Internazionali di, che si terranno a Lisbona dal 28 giugno al 4 luglio 2015.