Venerdì 5 giugno, ore 21.15
Piazza Libertà
“AmbientArti”

Sara Fattoretto: voce
Yuri Argentino: sax soprano, alto, tenore, baritono, flauto
Andrea Vedovato: chitarra elettrica, chitarra classica, banjo
Riccardo Di Vinci: contrabbasso, basso elettrico
Stefano Cosi: batteria, caisa drum, kalimba

 

Dopo il latin jazz del Quinteto Aguamala, proposto nell’ambito della  “Fieste da Viarte” 2015, prosegue la rassegna  “Jazz & Wine of Peace Sconfinando” con un secondo concerto a ingresso libero, che avrà come protagonista, venerdì 5 giugno alle 21.15, in Piazza Libertà a Cormòns, il Saya Quintet.

La formazione – composta da Sara Fattoretto (voce), Yuri Argentino (sax soprano, alto, tenore, baritono, flauto), Andrea Vedovato (chitarra elettrica, chitarra classica, banjo), Riccardo Di Vinci (contrabbasso, basso elettrico) e Stefano Cosi (batteria, caisa drum, kalimba) – abbraccia e reinterpreta con ironia la migliore tradizione della musica italiana datata anni ’30-’60, attraverso un approccio jazzistico che lascia libero spazio all’improvvisazione e all’interazione tra i musicisti. Il progetto del Saya Quartet rende omaggio alla canzone italiana, dal Trio Lescano al Quartetto Cetra, da Lelio Luttazzi a Domenico Modugno, da Luigi Tenco a Giorgio Gaber, e fa rivivere attraverso parole e melodie antiche il ricordo di un’Italia spaesata e sognante, in fondo non così lontana dalla nostra realtà contemporanea.

La vocalità intensa di Sara Fattoretto unita al sax di Yuri Argentino, alla chitarra e al banjo di Andrea Vedovato, al contrabbasso di Riccardo Di Vinci e alla batteria di Stefano Cosi produce un amalgama sonoro caldo e raffinato, talvolta romantico e sentimentale, altre volte dissacrante e scanzonato. Gli arrangiamenti originali e ben costruiti conferiscono freschezza e nuova vita a melodie intramontabili, in una proposta a cavallo tra filologico rispetto della tradizione e sarcastico sperimentalismo.

L’edizione 2015 di Jazz & Wine of Peace Sconfinando, organizzata dal Circolo Controtempo con la collaborazione della Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Cormòns, la Camera di Commercio e la Provincia di Gorizia, si chiuderà infine sabato 6 giugno, quando a partire dalle 21, al Parco di Cormòns, si potrà danzare a ritmo di swing con la band dei Metronomes. I due concerti saranno proposti nell’ambito del festival “AmbientArti” e offriranno un’anticipazione di quanto avverrà il prossimo autunno, quando dal 22 al 25 ottobre grandi musicisti di fama internazionale giungeranno a Cormòns per la 18a edizione di Jazz &Wine of Peace Festival.