Il Volo del Jazz 2015, XI Edizione

20 ottobre – anteprima
Teatro Comunale Giuseppe Verdi, Pordenone

7, 15, 21, 28 novembre
Teatro Zancanaro, Sacile

10 dicembre
Fazioli Concert Hall, Sacile

Il Volo del Jazz giunge alla sua undicesima edizione. Al Teatro Zancanaro in questi anni sono state presentate molteplici e differenti forme del variegato panorama jazz internazionale: un panorama che si esprime con proposte universali, capaci di riscuotere consensi in tutto il mondo, e che vede anche il jazz italiano in prima linea. La varietà di stili che hanno caratterizzato i concerti di Sacile hanno portato Il Volo del Jazz a essere un punto di riferimento irrinunciabile per gli amanti della musica del nostro territorio e delle regioni limitrofe. La felice collocazione geografica di Sacile consente di attingere a un bacino di pubblico ancora più vasto, che trova al Teatro Zancanaro un eccellente contenitore, adatto a una rassegna che, ci auguriamo, continui a crescere.

Il Sindaco Roberto Ceraolo
L’Assessore alla cultura Carlo Spagnol

Questa undicesima edizione de Il Volo del Jazz vuole offrire un jazz senza confini, per permettere al pubblico di viaggiare attraverso suggestioni sonore in tutti i continenti, scoprendo tanti diversi modi di fare musica e incontrando culture a volte vicine, a volte lontanissime raccontare l’evoluzione musicale che ha caratterizzato quest’ultimo decennio nell’ambito del jazz internazionale. Negli anni, accanto alla musica, abbiamo inserito altre forme d’arte, nel nome di una contaminazione che da sempre è per il jazz linfa vitale e strumento per spalancare nuovi orizzonti della conoscenza, convinti che un concerto possa diventare un’esperienza artistica a tutto tondo. Il nostro scopo primario è la promozione e la diffusione della musica jazz nel nostro territorio, facendo interagire risorse umane, culturali ed economiche. La reciprocità con il pubblico, che ci ha seguito numeroso in questi dieci anni, è la grande ricchezza de Il Volo, ciò che ci ha permesso di avventurarci in proposte sempre nuove, sperimentandole assieme. Ringraziamo tutti coloro che contribuiscono con attenzione e continuità alla realizzazione delle nostre iniziative, riconoscendo che la cultura è fondamento integrante della nostra società.

Circolo Culturale Controtempo

APPUNTAMENTI:

20 gennaio 2016 – Nasce “Note di Jazz”

Mercoledì 20 gennaio 2016, ore 18:00 – ingresso libero
Teatro Comunale Giuseppe Verdi, Pordenone

“Quando parole e musica indicano la strada e muovono la passione”.

Nasce dal Circolo Controtempo un nuovo progetto divulgativo, all’interno de Il Volo del Jazz. Si chiama Note di Jazz e proporrà una serie di lezioni, tenute da professionisti del settore, per avvicinare il pubblico, e in particolare i più giovani, alla musica jazz, attraverso un approccio semplice e immediato, che accoppia naturalmente musica e parole. Primo appuntamento con il critico musicale Flavio Massarutto e i musicisti e compositori Bruno Cesselli e Massimo De Mattia.

In collaborazione con il Teatro Comunale Giuseppe Verdi Pordenone.

10 gennaio 2016|Il Volo del Jazz 2015|

16 gennaio 2016 – Presentazione “Jazz Loft”: il jazz in fumetto!

JAZZ LOFT
SABATO 16 GENNAIO 2016, ore 20.45
TEATRO VERDI, PORDENONE

Jazz Loft unisce fumetto e musica: una storia a fumetti scritta da Flavio Massarutto e disegnata da Massimiliano Gosparini, un noir ambientato nel mondo del jazz ricco di suspence e colpi di scena. Massimo De Mattia e Bruno Cesselli hanno scritto cinque brani inediti e arrangiato il classico Tea for Two come un’ideale colonna sonora del fumetto ispirandosi a personaggi e situazioni del racconto. Le musiche del sestetto sono un originale sintesi dei linguaggi jazzistici che contengono a livello formale echi di Ellington e Mingus e pescano nella tradizione hard bop e nel free jazz. Il complesso, ricco sviluppo dei brani e la netta impronta improvvisativa sia individuale che collettiva ne fanno un’opera che non ha nulla di derivativo o imitativo ma che ci dimostra la vitalità contemporanea del linguaggio jazzistico. Il progetto si presenta con il libro a fumetti, il CD e l’esecuzione dal vivo delle musiche in una inedita versione con il Quartetto d’archi dell’Accademia Arrigoni.

Le musiche sono eseguite da:
Massimo De Mattia flauti
Nicola Fazzini sax alto e soprano
Luigi Vitale vibrafono e marimba
Bruno Cesselli pianoforte
Alessandro Turchet contrabbasso
Luca Colussi batteria
con il Quartetto d’archi dell’Accademia Arrigoni
Christian Sebastianutto
violino I
Alberto Stiffoni violino II
Domenico Mason viola
Marco Venturini violoncello

Fuori abbonamento – Vendita biglietti
Ingresso 15 euro + libro e CD in omaggio.

 

jazz-loft-mostra

 

“Jazz Loft” è anche una mostra!

Alle 18 dello stesso sabato 16 gennaio al Museo Civico d’Arte di Pordenone viene inaugurata anche una mostra che vede esposte tutte le tavole originali della graphic novel, unitamente a due pannelli di grande formato che Gosparini ha realizzato appositamente per l’esposizione. L’inaugurazione  viene introdotta dal disegnatore pordenonese Giulio De Vita.
La mostra, che gode del patrocinio del Comune di Pordenone, è a ingresso libero, e rimane aperta fino a domenica 24 gennaio, giornata nella quale l’artista Massimiliano Gosparini (insieme all’autore dei testi Flavio Massarutto) è disponibile per le dédicaces personalizzate e gli autografi al pubblico.

Jazz Loft – la mostra
Da sabato 16 a domenica 24 gennaio
INGRESSO LIBERO
Orari: da martedì a sabato ore 15.30 – 19.30
domenica ore 11 – 13  e 15.30 – 19.30

17 novembre 2015|Il Volo del Jazz 2015, News|

Martedì 20 ottobre 2015 – DIANNE REEVES

Dianne-Reeves-Last-Photo-Sets-2

DIANNE REEVES
MARTEDÌ 20 OTTOBRE, ore 20.45
TEATRO VERDI, PORDENONE

Dianne Reeves voce
Peter Martin pianoforte
Reginald Veal contrabbasso
Romero Lubambo chitarra
Terreon Gully batteria

Considerata una delle più importanti interpreti femminili di jazz del nostro tempo insieme a Dee Dee Bridgewater, Diana Krall e Cassandra Wilson. Grazie al suo virtuosismo mozzafiato, all’abilità d’improvvisazione e al suo stile unico sia nel jazz sia nell’R&B, Dianne Reeves ha vinto finora cinque Grammy, tra cui uno per la colonna sonora del film di George Clooney, Good Night and Good Luck. Il più recente l’ha ottenuto nel 2015, per l’album Beautiful Life, un nuovo e affascinante lavoro in 12 tracce per la storica etichetta Concord Records. L’album mette in luce tutte le sfaccettature artistiche della Reeves, mescolando elementi R & B, latin e pop e inserendoli nel quadro del jazz del XXI° secolo.
“Nella sua essenza,” dice la Reeves, “la vita è bella, e con questo lavoro ho voluto celebrare ciò che è troppo spesso trascurato”. In Beautiful Life compaiono le sue personali versioni di «Waiting in Vain» di Bob Marley, Dreams dei Fleetwood Mac, I Want You di Marvin Gaye e 32 Flavors di Ani Di Franco. E a coprire lo spettro dal jazz al soul ci sono due nuove canzoni emotivamente vulcaniche, Cold e Satiated.

Fuori abbonamento
> biglietti

29 ottobre 2015|Il Volo del Jazz 2015|

COVER JAZZ: Gabriele Grossi fonde musica e immagini

Gabriele Grossi fotografo

Continuano le contaminazioni sperimentali tra arte e musica de Il Volo del Jazz. Quest’anno saranno fotografia e musica a fondersi, in un progetto che vede il coinvolgimento del fotografo Gabriele Grossi. Artista di fama internazionale noto per la sua ricerca sulla luce, Grossi fotografa le onde luminose come metafora della bellezza e dell’armonia che ci circonda. L’artista racconterà con le sue immagini astratte, ad ogni serata-concerto, i suoni e le atmosfere cui i musicisti daranno di volta in volta vita sul palco. I concerti si trasformeranno così in esperienze multisensoriali, in cui musica e fotografia si fonderanno per raccontarsi a vicenda.

OGNI CONCERTO

17 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015, News|

A scuola di jazz con Controtempo: lezione di Stefano Zenni

“MUSICA DAL PROFONDO. VIAGGIO ALLE ORIGINI DELLA STORIA E DELLA CULTURA”.

Possiamo immaginare come è nata la musica e quando? Come è possibile che la musica di Papua Nuova Guinea sia uguale a quella dei pastori nomadi del Sudafrica e alle polifonie del nostro Medioevo? Cosa c’entra l’esplosione di un vulcano con la nascita delle musiche asiatiche? E cos’hanno in comune queste esperienze arcaiche con la musica che facciamo oggi? Stefano Zenni, docente, saggista e direttore artistico del Torino Jazz Festival, ne discuterà, in una lezione basata sul nuovo libro di Victor Grauer “Musica dal profondo”, con un centinaio di studenti sabato 7 novembre alle 11, a Palazzo Ragazzoni, Sacile (PN), per la rassegna Il Volo del Jazz. La conferenza è parte di un più ampio progetto per avvicinare i giovani all’ascolto della musica jazz, che vede la collaborazione tra i Licei Pujati e Controtempo: in occasione dei tre concerti di novembre de Il Volo del Jazz il Circolo mette a disposizione degli studenti dell’Istituto Pujati 30 posti al prezzo eccezionalmente ridotto di tre euro.

16 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

Giovedì 10 dicembre 2015 – IIRO RANTALA

IIRO RANTALA
GIOVEDì 10 DICEMBRE, ore 20.45
FAZIOLI CONCERT HALL, SACILE

Iiro Rantala pianoforte

Uno dei più interessanti musicisti europei del momento, il pianista e compositore finlandese Iiro Rantala da sempre si divide con disinvoltura e pirotecnica creatività tra jazz, classica, musica contemporanea. Definito dalla rivista tedesca Jazzthing “un fenomeno naturale sui tasti”, è uno dei migliori pianisti del suo Paese ed a livello internazionale. La sua musica senza compromessi ha fatto saltare tutti i confini stilistici, tenuti insieme soltanto dalla sua abilità tecnica sconfinata, dal suo senso dell’umorismo e dal suo stile inconfondibile. A volte Rantala salta energicamente sui tasti, a volte è romantico e sensibile, a tratti gioca sul piano come un clown. È comunque sempre un pianista al di fuori di qualsiasi schema. Il suo nome è associato principalmente al trio Töykeät, uno dei più strani, divertenti e visionari trii jazz internazionali. Quando i Töykeät si sciolsero, nel 2006, dopo aver suonato insieme per 18 anni, Rantala dimostrò di aver conservato le sue abilità uniche per la nuova carriera da solista che ebbe inizio nel 2011. Nel suo ultimo album, My History of Jazz, Rantala presenta la sua visione molto personale della storia del jazz incentrata sul ruolo del pianoforte.

16 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

Sabato 7 novembre 2015 – OREGON

OREGON
SABATO 7 NOVEMBRE, ore 21.00
TEATRO ZANCANARO, SACILE

Ralph Towner chitarra, pianoforte
Paul McCandless oboe, sax soprano
Paolino Dalla Porta contrabbasso
Mark Walker percussioni, batteria

Pietra miliare dell’evoluzione che ha portato la musica verso un suono eterogeneo, introspettivo, impressionista e visionario, gli Oregon sono stati i primi a gettare le fondamenta tra Oriente e Occidente in modo metodico, esplorando la musica e filtrandola in un’ottica jazzistica. Costituiscono una tappa fondamentale lungo la strada che ha portato dal jazz acustico alle sonorità etno-jazz e world music. La formazione americana, che vanta una tra le storie più lunghe nel jazz contemporaneo, ha mosso i primi passi nel 1970, quando Ralph Towner, Paul McCandless, Glen Moore e Collin Walcott, con alle spalle l’esperienza comune del Paul Winter Consort, iniziarono a sondare nuove direzioni musicali, affrontando l’improvvisazione con un organico strumentale cameristico e con un’attenzione alle strutture ritmiche e melodiche dell’Asia. Gli Oregon sono oggi una delle testimonianze più convincenti di una musica “totale” che da utopia si è tramutata in realtà, continuando nella loro raffinata ricerca dentro il suono, di timbri e di cadenze, di armonie e di contrasti. Oggi gli Oregon sono per un quarto italiani, con l’arrivo del migliore dei nostri contrabbassisti, Paolino Dalla Porta, dopo l’abbandono dello storico membro Glen Moore.

> biglietti

Un gesto solidale

per il concerto degli Oregon un euro a biglietto sarà devoluto a “La biblioteca di Sara”, progetto di prestito libri in corsia attivo nell’Ospedale Civile di Pordenone.

16 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

Domenica 15 Novembre 2015 – TERENCE BLANCHARD, E-COLLECTIVE

TERENCE BLANCHARD, E-COLLECTIVE
DOMENICA 15 NOVEMBRE, ore 21.00
TEATRO ZANCANARO, SACILE

Terence Blanchard tromba
Charles Altura chitarra
Fabian Almazan pianoforte, tastiere
Donald Ramsey basso
Oscar Seaton batteria

Più volte premiato ai Grammy Awards, arrangiatore, trombettista e band leader, Terence Blanchard è anche un rinomato compositore di colonne sonore, celebre soprattutto per le sue collaborazioni con il regista Spike Lee: sono sue le colonne sonore dei film Jungle Fever, Malcom X. Con più di 30 album alle spalle, Blanchard si riconferma uno sperimentatore, pronto a percorrere strade musicali sempre diverse. Con il suo ultimo disco, inciso per la Blue Note Records, Breathless, il trombettista viaggia potente e giocoso in un altro regno del jazz. Con il suo nuovo quintetto, l’E-Collective, esplora l’eccitante punto di fusione tra groove pullulante di funk, R&B e colori blues. Le 13 tracce dell’album presentano diversi originali di Blanchard, un pezzo dalla lunghezza epica di Almazan e una manciata di cover, cantate dal morbido ed espressivo vocalist PJ Morton (un membro della band Maroon 5), tra cui un’esilarante ripresa dello standard moderno Compared to What, reso famoso da Les McCann ed Eddie Harris, e la ripresa soul e lirica di I Ain’t Got Nothin’ But Time, scritta da Hank Williams. Per Blanchard si tratta di una prima incursione nella pura terra del groove, accolta con estremo favore da critica e pubblico.

> biglietti

15 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

Sabato 21 novembre 2015 – DHAFER YOUSSEF, BIRDS REQUIEM

DHAFER YOUSSEF, BIRDS REQUIEM
SABATO 21 NOVEMBRE, ore 21.00
TEATRO ZANCANARO, SACILE

Dhafer Youssef oud, voce
Kristjan Randalu pianoforte
Phil Donkin contrabbasso
Ferenc Nemeth batteria

Dopo essersi trasferito negli anni ’90 in Europa per studiare jazz, Dhafer Youssef è diventato uno dei musicisti tunisini più conosciuti e apprezzati al mondo. Compositore, cantante e suonatore di oud, Youssef proprio grazie a questo strumento, dal quale riesce a trarre composizioni complesse improntate sulla tradizione araba, rappresenta un’unicità nella scena musicale contemporanea. Le radici della sua musica affondano nella tradizione Sufi e nella musica mistica, ma il musicista tunisino è sempre stato aperto alla musica di altre culture e al jazz. Youssef ha collaborato, tra gli altri, con Uri Caine, Tigran Hamasyan, Jon Hassell, Markus Stockhausen, Nguyên Lê, Omar Sosa, Hüsnü Şenlendirici, il chitarrista norvegese Eivind Aarset e il trombettista Paolo Fresu.
Lirismo arabo, potenza ritmica, forza della visione e improvvisazione contaminata da influenze multiculturali e jazzistiche sono le caratteristiche che distinguono le sue opere. Birds Requiem, il suo ultimo album, costruito come una colonna sonora cinematografica, è un’opera molto personale, che è stata creata in un punto di svolta per la vita dell’artista.

> biglietti

15 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

Sabato 28 novembre 2015 – VOLCAN

VOLCAN
SABATO 28 NOVEMBRE, ore 21.00
TEATRO ZANCANARO, SACILE

Gonzalo Rubalcaba pianoforte
Jose Armando Gola basso
Horacio “El Negro” Hernandez batteria
Giovanni Hidalgo percussioni

Un’autentica all star band del latin jazz riunita insieme per il progetto Volcan. Gonzalo Rubalcaba, Armando Gola e Horacio “El Negro” Hernandez, cubani, e Giovanni Hidalgo, portoricano, sono vere leggende del latin jazz: messi insieme hanno pubblicato oltre 150 album, tra lavori come leader e sideman, e hanno vinto numerosi Grammy.
Gonzalo Rubalcaba è un virtuoso pianista, capace di spaziare dal bop al jazz afrocubano, dalle ballate tradizionali ai boleri cubani e messicani. Horacio “El Negro” Hernandez è un batterista tra i più influenti della scena jazz internazionale. Giovanni Hidalgo aka Mañenguito, è un leggendario percussionista di Puerto Rico, che ha stregato anche Dizzy Gillespie, che lo volle nella sua United Nation Orchestra, e Art Blakey. Jose Armando Gola, infine, è un bassista cubano tra i più apprezzati al mondo. Il progetto esplora in una veste inedita alcune composizioni originali di Rubalcaba, con fresche rivisitazioni dei materiali di Chuco Valdès, Dizzy Gillespie e autori brasiliani come João Bosco e Chico Buarque.
Terra, aria, vento e fuoco, sono gli elementi che interagiscono nel vulcano a cui il quartetto dedica questo progetto, mettendo insieme un ampio e diversificato patrimonio musicale.

> biglietti

15 marzo 2015|Il Volo del Jazz 2015|

BIGLIETTI

Intero 18 euro / Ridotto 15 euro / Abbonamento 75 euro
I biglietti e gli abbonamenti si possono acquistare on-line sul sito www.vivaticket.it e nei punti vendita autorizzati.

A Sacile presso Cartoleria Abacus (Centro Commerciale Serenissima)
viale Matteotti 36/B, Sacile – 0434 781221

Abbonamenti del Il Volo del Jazz in vendita da martedì 29 settembre.
Biglietti singoli ed abbonamenti a partire da lunedì 12 ottobre.

I biglietti dei concerti al Teatro Zancanaro di Sacile sono acquistabili anche la sera stessa dei concerti dalle 18.30.
Informazioni 0434 780623

Per il concerto del 7 novembre degli Oregon 1 euro a biglietto sarà devoluto a La Biblioteca di Sara, progetto di prestito libri
in corsia, attivo nell’Ospedale Civile di Pordenone.
Per donazioni: IBAN IT60T0880512500021000000517 FriulOvest Banca – Pordenone