In pillole

Knoel Scott ha iniziato i suoi studi musicali all’età di dieci anni con lezioni di pianoforte. Scoprire il sassofono un paio di anni dopo si […]

Links:

Knoel Scott

Knoel Scott ha iniziato i suoi studi musicali all’età di dieci anni con lezioni di pianoforte.
Scoprire il sassofono un paio di anni dopo si è rivelato un determinante punto di svolta che finalmente lo ha liberato da una balbuzie che lo aveva accompagnato per dodici anni.
Knoel ha frequentato il Queens College e l’Università Statale di New York College di Old Westbury, laureandosi nel 1979.

Un suo mentore è stato il dottor Ken ‘Makanda’ McIntyre, un pioniere dell’educazione al jazz specializzato nella composizione e nella performance della tradizione afro-americana.
Knoel ha anche studiato con il percussionista Warren Smith: arrangiamento oltre a percussioni. Altri  apporti formativi sono stati presi sotto l’ala dal ballerino e storico di Harlem Ray Mckethan, dal grande Scoby Stroman e da Babs Gonzales – che ha avviato Knoel al bebop: la forza motrice del jazz moderno.
Mentre assorbiva tutto questo, Knoel ha anche trovato il tempo per imparare a ballare.

La carriera di Knoel come musicista jazz è stata lanciata da Warren Smith nel suo Composers Workshop Ensemble.
Avvenne poi un incontro cruciale, con un’icona del jazz all’avanguardia: Sun Ra.
Il trombonista e compositore Craig Harris parlò a Sun Ra di Knoel che presto fu chiamato in tournée e in registrazione con la Sun Ra Arkestra.
Nel 1982, Knoel si trasferì ad Harlem dove cominciò a farsi conoscere.
Ciò lo condusse ad un altro incontro storico: una mattina presto, il batterista bebop Khalil portò il giovane Knoel Scott in una casa della 77^ Strada: la casa di Miles Davis. Dove, in un solo estemporaneo, Miles lo incentivò ad un tono liscio mettendo da parte il manierismo alla Charlie Parker.
Nel frattempo Knoel – il “King Tut” di Harlem – divenne musicista fisso in numerosi club: Showman’s Cafe, Paradise Smalls, Red Rooster, Lickety Split e La Famille – in un’era in cui il jazz era al massimo del suo splendore.
Succedette il grande Al King come il sassofonista più importante di Harlem, lavorando principalmente con il Selene Clarke Sextet e tastieristi come Freddie Drew, Nat Williams, Jack McDuff, Don Pullen e John Hicks.
Sassofonisti contralto come suoi compatrioti come Larry Smith, Steve Coleman, Louis Keel e il grande maestro Lou Donaldson hanno partecipato frequentemente a sessioni guidate dal Knoel.
Knoel fu scelto come sostituto del grande Max Lucas: sassofonista tenore e baritono che ha suonò per Louis Armstong, Billie Holiday, Sarah Vaughan e Nat King Cole.
Nel 1987 Knoel creò l’ Harlem Renaissance Jazz Festival.
Nei successivi dieci anni lavorarono con lui Olu Dara, Bobby Forrester, Larry “88 Keys” Keyes, Andy Razaf, Jimmy ‘Preacher’ Robbins; i tastieristi: Charles Earland, Victor Davis, Jimmy Watson e Donald Smith; i trombettisti Tommy Turrentine, Jerry Gonzales, Bucky Thorpe; i batteristi Panama Wallace, Greg Bandy e Buddy Mack; e cantanti come Rochelle Thompson, Jann Parker e Leon Thomas.
Nel 1988 Sun Ra invitò nuovamente Knoel all’ Arkestra per occupare la sedia temporaneamente vacante della sezione fiati durante un’assenza di Marshall Allen.
Knoel ha mantenuto quella sedia fino ad oggi, suonando in genere il sax alto, ma talvolta il tenore o il suo originario baritono. Sun Ra ha anche incoraggiato Knoel a ballare e cantare, e la sua versatilità e agilità ispirata a Ra continuano ad affascinare il pubblico.
Tra i vari tour con Sun Ra, dal 1989 al 1992 Knoel si è anche esibito con il gruppo rock NRBQ.
Nel 1989 è stato protagonista della performance dell’Orchestra di Jazz del trombettista Olu Daras Okra al teatro Joseph Papp e nel 1990 a Philadelphia alle esibizioni della leggenda di Zydeco Boozoo Chavez.
Oltre ad aver suonato sassofono contralto, tenore e baritono, Knoel ha registrato anche con flauto, clarinetto basso e clarinetto contralto.
Nel 1998 ha diretto un ensemble con il trombettista dell’ Arkestra Cecil Brooks e alcuni artisti di Philadelphia: il dottor Guy Ramsey al pianoforte elettrico, Fahir Kendall al basso e l’alunno di Sun Ra Eddie Jones ai tamburi, da cui è derivata una registrazione dal titolo BeBop and Beyond.
Dal il 2002 al 2006 Knoel ha vissuto in Alaska dove ha formato il Knoel Scott Trio, eseguendo le proprie composizioni con il noto tastierista Barney McClure e registrando Knoel Scott Live In Alaska (BMP C001801).
Dal 2010 Knoel si è concentrato su composizione e gli arrangiamenti, spesso in collaborazione con Marshall Allen.
Inoltre ha messo insieme un certo numero di gruppi in Francia, facendo alcune apparizioni nel 2011 e 2012 a Nancy al NJP Festivals.
Nel 2013 Knoel è stato ospite come direttore dell’Orchestra Tuvan in Siberia, nella quale ha coinvolto un quintetto di membri di della Sun Ra Arkestra (Dave Davis al trombone, Dave Hotep alla chitarra, Elson Nasimento al surdo  e Danny Ray Thompson al flauto e sassofono baritono).

Knoel attualmente lavora tra Europa e Stati Uniti, partecipando ai frequenti tour della Sun Ra Arkestra e alternandoli ad un intenso lavoro con il suo Knoel Scott Quartet (“KSQ”) attirando in quest’ultimo l’entusiastica partecipazione di giovani musicisti di alto livello come il pianista inglese prodigio Charlie Stacey.
Il KSQ è diventato noto come un ‘must see’ tra il pubblico live di Londra.