In pillole

Sassofonista e compositore acclamato James Brandon Lewis è stato descritto dal New York Times come un giovane sassofonista jazz dallo stile originale, caratterizzato da un […]

Links:

James Brandon Lewis

Sassofonista e compositore acclamato James Brandon Lewis è stato descritto dal New York Times come un giovane sassofonista jazz dallo stile originale, caratterizzato da un timbro crudo e misurato, che non sembra essere influenzato dagli standard dell’attuale Jazz Academy e che non si lascia nemmeno andare ad una prospettiva d’improvvisazione completamente libera.

Lewis ha ricevuto riconoscimenti dal New York Times, NPR e Ebony Magazine, che lo ha nominato uno dei “7 giovani musicisti da tenere d’occhio nella scena jazz attuale”.
La leggenda del jazz, il sassofonista Sonny Rollins lo ha definito un “Promettente giovane musicista con il potenziale di fare grandi ascoltati gli anziani”. – Jazz Magazine (Francia). Lewis su sua richiesta ha così partecipato ad un concerto tributario in onore di di Rollins  condividendo il palco con Jimmy Heath, Ravi Coltrane, James Carter e molti altri.

Nato a Buffalo, NY James Brandon Lewis intraprende la sua ricerca di musica all’età di 9 anni iniziando i suoi studi musicali all’ Accademia della Arti Visive e dello Spettacolo di Buffalo che lo espongono fin da subito a leggende del Jazz come Dave Brubeck, Doc Severinsen e il grande pianista Al Tinney e locali come Carol Mclaughlin.
James Brandon Lewis possiede un diploma di laurea presso l’Università Howard e un MFA presso l’Istituto delle Arti di California.
Ad oggi James Brandon Lewis ha pubblicato 4 album come leader, di cui 3 acclamati dalla critica. Ha frequentato in tutto il mondo con i propri gruppi, oltre a condividere il palcoscenico e registrato con musicisti incredibili come William Parker, Hamid Drake, Cooper Moore, Jamaaladeen Tacuma, Rudy Royston, Joe Lovano, Gerald Cleaver, Charles Gayle, Dave Douglas, Richard Davis, meteo Alum Alphonso Johnson e molti altri.
Lewis è anche il co-fondatore degli Heroes Are Gang Leaders, un collettivo di musicisti e poeti che mantengono un piede nel passato e uno nel presente proiettandosi nel futuro.

James è immerso in un profondo e intrepido continuum artistico che esplora identità e la spiritualità attraverso concetti stimolanti e sorprendenti che si manifestano in uno stile che mescola tecnica formale a sperimentazioni audaci con radici nel gospel e blues.
James Brandon Lewis presenta un ricco dialogo con il suo pubblico, sia fisico che cerebrale.

Video promo

https://www.vevo.com/watch/james-brandon-lewis/days-of-freeman/USSM21500813